JazzNoStop – Danze e canzoni moresche

Quando: 5 aprile 2016 @ 20:45 - 21:45
Dove: Palazzo Municipale, Fiesso d'Artico (VE)

Senza titolo1

JAZZ NO STOP 2016 / 13a edizione

LUNGIMIRANTI FUOCHI SULLA MUSICA NERA

Quattro punti di luce su un esplosivo mondo

Rassegna musicologica e percorso d’ascolto

con tre grandi musicologi e uno speciale concerto

Fiesso d’Artico, marzo/aprile 2016 - Palazzo Municipale, ore 20.45

martedì 5 aprile

DANZE E CANZONI MORESCHE
La diaspora africana nel Rinascimento europeo

Relatore: Gianfranco Salvatore

Una diaspora schiavistica dall’Africa nera all’Occidente ha interessato non solo l’America, ma anche l’Europa, concentrandosi specialmente nel Rinascimento. E anche questa prima diaspora ha lasciato tracce significative nella storia della musica e della danza: ma i pochi che queste tracce hanno studiato le hanno fraintese in molti aspetti. La scarsa o fallace attenzione da parte degli specialisti appare tanto più strana di fronte a fenomeni culturali di notevole successo continentale. Già Curt Sachs notava negli anni Trenta che la “danza moresca” fu una delle più pervasive mode culturali del Quattrocento, in larga parte dell’Europa di allora. E nel Cinquecento nacque, fra Napoli e Roma, un nuovo genere vocale, quello delle “canzoni moresche”: i cui protagonisti erano africani neri, e la struttura musicale talmente peculiare da attrarre l’attenzione del più famoso compositore dell’epoca, Orlando di Lasso, che ne rielaborò parecchie da par suo.

Vengono qui ricostruiti la storia, i suoni e le visioni di questa “Europa moresca” sulla base di ricerche nuove e documenti poco noti o inediti: un’affascinante collezione iconografica, singolari ritmi e melodie, e le riprese filmate della messa in scena che Salvatore ha tratto dal repertorio “moresco” come direttore musicale e regista.

Ingresso gratuito - Iscrizione obbligatoria entro il 17/03/2016

Info: 0415160865 - biblioteca@comune.fiessodartico.ve.it

JAZZNOSTOP è un’iniziativa culturale e musicale organizzata dal Comune di Fiesso d’Artico e ideata dalla Biblioteca Comunale Primo Maggio, in collaborazione con Veneto Jazz, con il sostegno di Fondazione Riviera Miranese nell’ambito del progetto territoriale JJU.