BASSANO JAZZ

Veneto Jazz Festival, al Chiostro del Museo Civico di Bassano,
in scena giovani talenti e un progetto speciale del vibrafonista Saverio Tasca

Nell’ambito di Operaestate Festival, il 9, 10 e 11 luglio

Giovani talenti e un nome affermato della scena italiana con un progetto speciale ispirato alle celebrazioni della Prima Guerra Mondiale. Ritorna a Bassano Veneto Jazz Festival nello spazio raccolto del Chiostro del Museo Civico, con tre spettacoli intimi ed intensi, in programma giovedì 9, venerdì 10 e sabato 11 luglio (inizio ore 21.30, ingresso 5 euro).

Sul palcoscenico offerto da Operaestate Festival e dall’Assessorato al Turismo della Città di Bassano del Grappa, in scena due ensemble del progetto E.M.A.Y.T. (Europe Music Award for Young Talent) di valorizzazione di talenti su scala internazionale creato da Veneto Jazz, che ha messo in rete alcuni importanti festival della scena europea, creando una vetrina per gruppi emergenti con progetti originali di ricerca.

Si tratta dello Steffani Septet (con Barbara Lorenzato, voce; Leonardo Lanaro, sax; Massimo Fracasso, tromba; Matteo Milite, flauto; Enrico Trevisanato, piano; Mattia Calamosca, contrabbasso; Marco Saviane, batteria), nato in collaborazione con il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, che propone un repertorio di standard e composizioni originali contemporanee (giovedì 9 luglio).

Pasquale Paterra è invece il promettente trombettista cresciuto alla scuola di Marco Tamburini nel dipartimento di jazz del Conservatorio, che si esibirà sabato 11 luglio in quintetto con Enrco Giulianini (sax tenore), Giovanni Bertelli (chitarra), Giovanni Minguzzi (batteria), Niccolò Masetto (contrabbasso). Il concerto è organizzato in collaborazione con il Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo.

Saverio Tasca, uno dei più importanti vibrafonisti internazionali, e l’ensemble di archi AlterArco con José David Furenmajor Valera (primo violino), Mauro Spinazzé (secondo violino), Simone Siviero (viola), Giulio Padoin (violoncello) firmeranno infine lo spettacolo “L’uomo che Cammina”, con musiche originali  liberamente ispirate da una passeggiata nei luoghi della Prima  Guerra Mondiale sul Monte Grappa (venerdì 10 luglio). Un percorso in luoghi poco abitati, dove natura e uomo fanno nascere suggestioni. Lungo il cammino i musicisti attraversano due mondi e parlano tre lingue musicali. I due mondi sono l’Africa e l’Europa, la marimba e il quartetto d’archi; dai loro suoni, percossi e sfiorati, nasce un solo respiro. I tre linguaggi sono il Classico (polifonico ed armonico), l’Etnico (modale e ritmico) e l’Improvvisativo (estemporaneo ed inaspettato). L’uomo che cammina gioca a tenere in equilibrio solitudine e  condivisione, ordine e caos, quiete e tempesta.

Inizio concerti ore 21.30

Ingresso 5,00€. Biglietti disponibili alla biglietteria del Chiostro a partire dalle 20.00.

Informazioni: Veneto Jazz – jazz@venetojazz.com – mob. (+39) 348.3297915 – tel. 0423.452069 – www.venetojazz.com

locandina_bassano jazz_420x594