Dulce Pontes

loghi

Dulce Pontes, la stella della world music al Teatro La Fenice.

Voce cristallina, amata da Morricone,
a lei si deve il rilancio del fado portoghese.
Unica data italiana firmata Veneto Jazz.
Mercoledì 21 dicembre 2016, ore 20.00

pontes1

PREVENDITE
In tutti i punti vendita Venezia Unica e al call center Hellovenezia 041.2424

BIGLIETTI
60 € + diritto di prevendita: platea, palchi ordine parapetto
50 € + diritto di prevendita: palchi centrali ordine dietro, palchi laterali ordine parapetto
40 € + diritto di prevendita: galleria e loggione centrale
35 € + diritto di prevendita: ridotta visibilità
28 € + diritto di prevendita: solo ascolto

RIDUZIONI
studenti under 26 / over 65 /Abbonati Teatro La Fenice / Residenti nel comune e nella città metropolitana di Venezia
50 € + diritto di prevendita: platea, palchi ordine parapetto
40 € + diritto di prevendita: palchi centrali ordine dietro, palchi laterali ordine parapetto
30 € + diritto di prevendita: galleria e loggione centrale
25 € + diritto di prevendita: ridotta visibilità
18 € + diritto di prevendita: solo ascolto
Riduzione attiva presso punti vendita Venezia Unica e call center Hellovenezia (+39) 041.2424
INFORMAZIONI
Veneto Jazz – jazz@venetojazz.com – mob. (+39) 366.2700299
CONCERTO
Inizio ore 20.00

Brilla una nuova stella nel cartellone di Veneto Jazz. Dulce Pontes, una delle più grandi star mondiali della world music, sarà al Teatro La Fenice di Venezia, mercoledì 21 dicembre (ore 20.00), per l’unica data italiana di un concerto destinato a lasciare il segno.

Artista portoghese dalle straordinarie doti vocali ed interpretative, grazie allo stile unico, frutto dell’unione delle sonorità piene di saudade del fado con quelle più moderne del pop e del folk, è considerata una delle voci più belle e apprezzate della scena mondiale contemporanea, tanto da conquistare anche il maestro Ennio Morricone, che l’ha voluta per reinterpretare i suoi temi.

Nel 1995 arrangia il tema di A brisa do coracao insieme a Ennio Morricone, registrando a ruota il doppio CD dal vivo con lo stesso titolo che diventa il primo successo internazionale dell’artista e che spalanca le porte agli straordinari vocalizzi di Caminhos e a una serie di duetti insieme ad Andrea Bocelli e agli artisti brasiliani Simone e Caetano Veloso. Finché, nel 2003, corona il suo sogno interagendo con il maestro Morricone in una profonda rivisitazione di leggendarie colonne sonore del grande schermo come The missionMoséC’era una volta il WestNuovo Cinema Paradiso, raccolte nell’album Focus

Considerata l’erede di Amalia Rodrigues, a lei si deve il rilancio del fado, quando era considerato un genere ormai morto, e delle radici della cultura popolare portoghese. In realtà, la sua voce limpida e brillante non può essere rinchiusa in nessun genere definito, riuscendo a rappresentare indifferentemente stili diversi, senza che la sua impronta artistica perda i tratti unici che la caratterizzano.

Raramente in concerto in Italia e per la prima volta sul palcoscenico del Teatro La Fenice, la cantante nella sua esibizione sarà accompagnata da una band d’eccezione con Daniel Casares alla chitarra, Marta Pereira Da Costa alla chitarra portoghese, Davide Zaccaria al violoncello, Amadeu Magalhaes agli strumenti popolari, Paulo Silva alle percussioni, Juan Carlos Cambas al piano.