Vinicio Capossela

Senza titolo

“La fine d’anno è la strettoia in cui passano tutti i fantasmi, gli spettri e le ombre generate dal fuoco del racconto. Le ombre ataviche delle ritualità dell’inverno si confondono con quelle personali.  È la stagione delle fiabe, ma anche quella delle grandi solitudini, del gelo e dei fiammiferi” (Vinicio Capossela).

VinicioCapossela_phGiovanni Canitano, artwork Jacopo Leone

Veneto Jazz annuncia il concerto di Vinicio Capossela in programma sabato 25 novembre (ore 21) al Teatro Goldoni di Venezia per la rassegna “Dal Vivo” realizzata in collaborazione con il Teatro Stabile del Veneto. Il concerto fa parte del tour italiano del live “Ombre nell’Inverno”, un nuovo suggestivo spettacolo ambientato tra ombre, nebbie e riflessi, ma con una struttura libera nel repertorio e nella narrazione. Non sarà il concerto di un disco solo, ma abbraccerà l’intera opera di Vinicio Capossela seguendo il filo conduttore dello spettro che si ripresenta nell’inverno: dai brani umbratili e misteriosi dell’album “Canzoni della Cupa”, alle ballate e alle rese dei conti sparse in tutta la sua produzione.

«”Ombre nell’Inverno” sarà il congedo in teatro della stagione della Cupa e dell’Ombra, nella strettoia del finale di anno, il collo di clessidra di tutti i conti in sospeso. La stagione dell’avvento e delle epifanie. Il nostro ultimo giro di danza, prima del dissolvimento nel nuovo tempo – scrive Vinicio Capossela – Agosto, capo d’inverno. Col declinare del sole le giornate si accorciano e le ombre si fanno più lunghe. Si proiettano nell’Inverno incombente. Ombre del focolare, ombre di spettri e di fantasmi personali. Ombre da trovare nelle tasche dei giacconi e nelle scarpe sfondate dal cammino. Le ombre si allungano d’inverno, si fanno filiformi e nebbiose, lattee, femminili. Si allungano alla luce del fuoco di un bidone o di una candela, sempre ci parlano di noi, della nostra parte nascosta e più intima».

Lo spettacolo è realizzato con le Ombre di Anusc Castiglioni.

Aggiunge Vinicio Capossela «Sarà come sedersi intorno ad un fuoco, o stare in piedi accanto ad un bidone in fiamme. Anche la timbrica musicale sarà adattata alla stagione ovattata e la formazione impegnata in questi concerti rifletterà la scelta».

Biglietti:
Platea: 50€ + d.p.
Galleria /Palchi  primo, secondo, terzo, quarto ordine: 44€ + d.p.
Ridotto (under 25, over 65) primo, secondo, terzo e quarto ordine: 35€ + d.p. (disponibile solo nei punti vendita esibendo un documento)

Prevendite:

Biglietteria Teatro Goldoni:
dal martedì al sabato
orario 10.00-13.00 /15.00-18.30
tel. 041.2402014
info.teatrogoldoni@teatrostabileveneto.it
www.teatrostabileveneto.it

Informazioni: Veneto Jazz - jazz@venetojazz.com - mob. (+39) 366.2700299