Piero Salvatori

Piero Salvatori

Flyaway Piano & cello

Piero Salvatori: pianoforte, violoncello elettronica

Bassa

Performer, polistrumentista, compositore, Piero Salvatori ha già convinto pubblico e critica. La lista degli artisti italiani di primissimo piano e qualità, che nel corso degli anni hanno capito il valore artistico, la passione musicale, la creatività di Salvatori è davvero incredibilmente lunga: da Fresu e Uri Caine a Gino Paoli e Ornella Vanoni, da Bollani, Marcotulli e Antonella Ruggiero alle musiche per i reading teatrali di Michele Serra, Arnoldo Foà, Remo Girone, Ugo Pagliai, Paola Gassman, Ambra Angiolini, senza contare le collaborazioni musicali in album di artisti di primissimo piano del pop italiano, come Claudio Baglioni, Renato Zero, Lucio Dalla, Riccardo Cocciante, Adriano Celentano, Paola Turci, Ron, Mango, Gigi D’Alessio, Sergio Cammariere, Loredana Berté, Marina Rei, Gianluca Grignani, Samuele Bersani, Franco Califano, Morgan, Giammaria Testa, Fabio Concato.

Versatilità ed eclettismo le caratteristiche principali di Salvatori, non solo nella scrittura musicale, in cui linee melodiche pop si accompagnano ad una grande finezza d’esecuzione, ma anche nella scelta dello strumento, continuamente altalenante tra pianoforte e violoncello, sia dal vivo sia in studio, con esiti di impatto emotivo notevole e grande efficacia spettacolare sul palco, grazie anche ad un uso raffinato e accattivante dell’ elettronica.

L’incontro con le arti visive, grazie alla collaborazione con il curatore di mostre Marco Goldin, poi con la danza contemporanea grazie al coreografo regista Max Campagnani e alla prima ballerina della Scala Antonella Albano, lo portano ad uno degli esiti più pop e al contempo eleganti della sua produzione, cioè il toccante assolo Prototype per la star Roberto Bolle: un momento importante per definire una volta per tutte la sua cifra stilistica melodica, essenziale, sofisticata senza compiacimento.

Flyaway gode dell’immenso privilegio di essere un album inedito, ma già premiato da un grande successo di pubblico dal vivo, garanzia di quell’eleganza e piacevolezza che fanno di Piero Salvatori l’unica vera novità di quell’ambito un tempo chiamato crossover, ma oggi semplicemente descrivibile come pop strumentale.

Ma Flyaway è anche una raccolta di 16 piccoli racconti musicali nati da ricordi, pennellate impressionistiche, rapporti umani forti, privati, e inizia con i bambini, a ricordare l’importante e lunga esperienza che Salvatori ha sviluppato con l’Orchestra Giovanile Pepita, nata nel 2008 da un’iniziativa del maestro venezuelano Josè Antonio Abreu.

Lunedì 11 luglio, ore 19

Chiesa della Pietà, Venezia

Biglietto Intero 10€ | Ridotto 5€ – www.geticket.it