Piers Faccini

Piers Faccini al T Fondaco dei Tedeschi di Venezia presenta

“I Dreamed An Island”.

Solo tre date in Italia

Piers Faccini

Sull’onda dei consensi di pubblico e critica del suo ultimo album “Between Dogs And Wolves”, uscito il 21 ottobre 2016 su etichetta Beating Drums/Ponderosa Music&Art, torna in Italia  Piers Faccini. Una delle tre date italiane sarà ospitata il 25 gennaio 2018 all’Event Pavillion di T Fondaco di Venezia nell’ambito della rassegna “Diamoci del Tempo”, organizzata in collaborazione con Veneto Jazz (inizio ore 19.30, ingresso libero solo su prenotazione scrivendo a fondaco.culture@dfs.com).

I Dreamed An Island” è il sesto album per la carriera solista di uno dei migliori cantautori europei che annovera, tra i suoi fan, Ben Harper e Jack Johnson. Il nuovo album è la personale ricerca di Piers Faccini attraverso un viaggio verso un rifugio, al sicuro dalle tempeste della paura e dell’intolleranza. Cantato in inglese, francese, dialetto italiano ed arabo, il disco è un’appassionata celebrazione delle diversità culturali e del pluralismo: ricercando un’epoca d’oro in cui tolleranza religiosa e coesistenza convivevano pacificamente, Faccini trova un modello per il suo utopico rifugio.
“I Dreamed An Island” rappresenta quel raro momento di coesistenza di fede, fiducia e lealtà nell’essere umano. Ambientato ed ispirato ai tempi che furono, in realtà il disco suona molto più che attuale, sia nel linguaggio che negli arrangiamenti, dove chitarre elettriche convivono con suoni barocchi e marocchini. Cercando di immaginare come far coesistere in un ambiente provenzale la lingua inglese coi suoni magrebini, Faccini attraversa il folk e la world music, trasformando John Martyn in Ali Farka Toure, Pentagle in una band tunisina che suona in un matrimonio e una “ciaccona” siciliana in un riff Touareg.

In tour Piers Faccini sarà accompagnato da Simone Prattico alla batteria e da Malik Ziad (oud, mandola).

Giovedì 25 gennaio 2018
Inizio evento ore 19.30. Ingresso dalle 19.15.
Ingresso libero solo su prenotazione, scrivendo a fondaco.culture@dfs.com

Prenotazioni dal 4 dicembre.