Vinicio Capossela e Banda della Posta…e quella di Noale

Capossela_BdP-13-Modifica-1credit  paolo soriano

Vinicio  Capossela, la Banda della Posta e… quella di Noale

Per Veneto Jazz, martedì 1 luglio, in scena la musica da sposalizio con il complesso dei musicisti di Calitri e un inserimento inedito. Capossela:  “Invito gli uomini ad abbracciare  le donne  e scatenarsi  nel ballo come fosse un saloon”.  Concerto in clima da sagra paesana.

Sarà un concerto speciale quello di Vinicio Capossela in programma alla Rocca di Noale, martedì 1 luglio (inizio ore 21.30), per Veneto Jazz Festival. Nell’evento, realizzato in collaborazione con Ubi Jazz e con il supporto del Comune di Noale,  non ci sarà solo la Banda della Posta, storico complesso del paesino irpino di Calitri, in una nuova veste del tour che ha spopolato nel 2013, ma anche il Corpo Filarmonico di Noale, che vanta 200 anni di storia. Il celebre cantautore non ha infatti esitato ad includere nel concerto un intervento di questa formazione che, fondata nel 1813, rappresenta un fiore all’occhiello nel panorama bandistico italiano.
Si tratterà quindi di una versione inedita di uno spettacolo che, dopo la pubblicazione del disco strumentale “Primo ballo”, completamente dedicato alla musica da sposalizio in uso a Calitri nella storica casa dell’Eco, ha fatto ballare oltre 150.000 persone. Alle canzoni di Capossela, alle polke, alle quadriglie e alle mazurke del gruppo postale si aggiunge  quest’anno un repertorio che attinge alle musiche folk, al canto sociale e di lavoro, al canto anarchico e alle canzoni di guerra nel centenario del conflitto mondiale, senza dimenticare i cantanti dell’emigrazione ferroviaria degli anni ’60. In anteprima verranno eseguiti alcuni brani del prossimo disco dell’autore insieme a canzoni di Enzo Del Re e Matteo Salvatore e brani come “Inno dei malfattori”, “Il galeone”,  “Te deum de’ calabresi”.  Ai plettri e ai ferri dei banditi, si unirà la chitarra surf-western di Asso Stefana.

“È musica che mette voglia di baldoria, di saloon” spiega Vinicio Capossela “C’è dentro un po’ di Fellini, un po’ di giostra, molta festa e diverse romanticherie. Tutte cose che fanno bene. È  musica che si mette al servizio della festa, che fa riscoprire il piacere del ballo. Sono cose come l’acqua, l’aria, quando ci sono non te ne accorgi, ma quando iniziamo a mancare ti rendi conto di quanto siano preziose”.

Un invito al pubblico? “Invito gli uomini ad abbracciare  le donne  e scatenarsi  nel ballo come fosse un saloon, fino a finire ” sponzati”, madidi, come il baccalà quando si è ammollato. Perdere ego e spigoli”.

Aiuterà anche il particolare allestimento del sede del concerto, con il clima da festa paesana.  Chioschi con risotto, pesce fritto, piadine e porchetta e bar con spritz e birra saranno in funzione fin dalla prima serata.

I cancelli aprono alle 20.15. Per i noalesi il biglietto è di 20,00 euro. Biglietto intero a 27,00 euro.

Formazione:
Giuseppe Caputo , “Matalena” – violino
Franco Maffucci , “Parrucca”- chitarra e voce
Giuseppe Galgano, “Tottacreta”- fisarmonica
Giovanni Briuolo- chitarra , mandolino
Vincenzo Briuolo- mandolino , fisarmonica
Giovanni Buldo , “Bubù”- basso
Antonio Daniele- batteria
Crescenzo Martiniello, “Papp’lon” – organo
Gaetano Tavarone , “Nino”- chitarre

Posto unico fino ad esaurimento disponibilità.
Biglietto intero: 27€
Biglietto ridotto (under 14, over 65 e studenti fino ai 25 anni, residenti a Noale): 20€

Prevendite:
Locali della città (Bacareto, Cortivo e Sporting club)
www.ticketone.it
www.geticket.it
www.vivaticket.it

Informazioni:
Veneto Jazz – jazz@venetojazz.com – mob. (+39) 348.3297915 – tel. 0423.452069